Tutti gli errori del Web Design in un unico sito internet

Come non creare un sito web: l’alienante sito web con tutti gli errori del web design prodotto da Bagaar

Colori troppo accesi, link che non funzionano, CTA messe nel posto sbagliato. Verde e Rosso invertito, Captcha frustranti e infiniti. Tutti gli errori del web design unito in un unico sito web: User Inyerface, il gioco prodotto dall’agenzia belga Bagaar.

Il sito internet è una cloaca di tutti gli errori che si possono commettere nel Web Design. Si presta come un gioco non così scontato come può sembrare. Navigare in quel sito è una vera e propria sfida alle abitudini acquisite dall’utente tramite siti web normali. Cliccare il tasto sbagliato solo perché verde, tornare erroneamente indietro e dover ricominciare tutto da capo, con lo stress aggiunto del pop up timer che ogni tanto si apre per aggiungere fretta all’utente. Così User Inyerface sta divertendo e frustrando i web designer.

inyerface
Schermata iniziale

User Inyerface: tutti gli errori della realizzazione di siti internet

Ciao, e benvenuti su User Inyerface, un’esplorazione stimolante sulle interazioni dell’utente e l’utilizzo dei pattern design. Per giocare basta compilare il modulo il più velocemente e accuratamente possibile.

Già dalla pagina iniziale, il sito web presenta svariati errori che fanno drizzare i capelli in testa a tutti coloro che lavorano in un’agenzia web e gli esperti del Web Design. Come il “no” in verde e il link di “click here” che non è dove dovrebbe.

Altri problemi che mettono a dura prova l’user experience: il form da compilare quando si accede al sito. Tra l’accettazione della privacy (si spunta se non si vuole accettare i termini della privacy) e i campi da compilare in cui bisogna cancellare a mano le diciture dei vari campi (un ritorno al passato), salta agli occhi i consigli per una password sicura, che strappa sicuramente un sorriso, soprattutto quando leggiamo il “la tua password può contenere al massimo un carattere in cirillico”. Poveri russi.

Già all’inizio del gioco il senso di alienazione e frustrazione è forte. I gesti automatici che l’utente fa per navigare nei siti internet sono troppo radicati nella sua gestualità. E gli autori di Bagaar lo sanno bene, e pongono le CTA per andare avanti a sinistra, dove in genere si inserisce il link per tornare indietro. I pulsanti di chiusura sono in bella vista, verdi, e i veri link sono rilegati in fondo, o in rosso.
Dove aver compilato i campi delle pagine seguenti, sempre con le stesse difficoltà, arriva la parte più stressante del sito internet: i Captcha.
Sei un umano? Allora fai un check con le foto che hanno un “Bow” o “glasses” o “light pictures”. A seguire foto che mettono in difficoltà l’utente.
“Bow” per esempio è traducibile con “arco”; “inchino” “papillon”. Diabolicamente, sono presente foto di tutte e tre le cose. E se provi a chiedere aiuto alla chatbot, ti dicono di aspettare, ci sono altri 468 persone in linea. E il numero aumenta ogni volta che si vorrebbe avvalere dell’aiuto di qualcuno.

Se si arriva alla fine del gioco questa è la pagina finale.

inyerface-end

User Inyerface e l’alienazione: ecco perché ci da fastidio

L’User Experience è diventata la regina del Web Design. La realizzazione di un sito internet deve agevolare e rendere piacevole la navigazione e la fruizione dei suoi contenuti in ogni sua pagina e sotto pagina. Il gioco creato da Bagaar stravolge volutamente tutti i canoni dell’User Experience e invertendo colori e disposizione, la navigazione risulta frustrante, quasi alienante. Ma perché è così frustrante questo stravolgimento dell’User Experience?

Disposizione dei contenuti

La disposizione dei vari elementi segue una logica comprovata da anni e sempre più ottimizzata con il corso degli anni, e che risulta ben più vecchia dell’avvento di Internet. Risale alla scrittura, che (a eccezione di alcune lingue, come l’arabo e il giapponese) segue un corso che va da sinistra a destra, dall’alto al basso. Questa impostazione è stata traslata nella realizzazione dei siti web.

Per questo ci aspettiamo che le CTA per tornare indietro siano a sinistra e per andare avanti a destra. I pulsanti di chiusura in alto a destra e non infondo a sinistra. Rispettare questa disposizione rende il sito internet più intuitivo, più facile da navigare, quasi automatico.

La psicologia dei colori

I colori hanno la loro importanza. Rappresentano con le loro nuance dei messaggi e dei significati consolidati ben prima che si iniziasse a navigare su Internet. La psicologia dei colori è utilizzata da sempre per lanciare messaggi in modo molto più veloce e diretto rispetto alle parole, come sanno bene tutti coloro che lavorano nel marketing online e offline.

Un breve esempio: verde e rosso.

Il verde è sempre associato alla natura, alla pulizia, alle cose “buone”. Il rosso cattura l’attenzione e per la sua natura calda e accesa è usata dalla segnaletica per catturare lo sguardo e segnalare un pericolo.

Semantica

Doppie negazioni e parole con plurimi significati abbondano in User Inyerface. Una semantica semplice e pulita, senza doppi significati e che non lasciano ombre di dubbio sono il must della scrittura sul web, ed è la prima regola che copywriter e Seo specialist conoscono sin troppo bene. Più il messaggio è chiaro, netto e pulito più l’User Experience risulterà gradevole.

Il tuo sito presenta qualche errore? Contattaci!

 

 

Chi è Elisa Alfonsini

Elisa Alfonsini, classe '91. Appassionata di letteratura e scrittura si specializza nel settore della comunicazione online, dedicandosi al copywriting e all'ottimizzazione SEO.