tweetdeck

Tweetdeck: il tool twitter amato dai social manager

Se sei un social media manager non puoi ignorarlo: tweetdeck il tool per gestire twitter

Chi lavora nel mondo del social marketing  sa che Twitter è uno dei social perfetti per interagire con il proprio target e i propri colleghi. L’opportunità che dà di scambiare idee e opinioni, tenersi costantemente aggiornati sulle tendenze, rende Twitter molto amato. Tuttavia, a differenza di Facebook o Instagram, per passare da un profilo all’altro, occorre sloggarsi ed effettuare nuovamente il login. Ma non con il tool creato appositamente per venire incontro agli utenti con più profili: Tweetdeck. Se lavori nel social marketing sicuramente amerai questo strumento. Una breve e veloce guida ti aiuterà a capire come funziona e perché è un tool così apprezzato.

Tweetdeck: cos’è e come funziona

Cos’è tweetdeck? È un tool che ti permette di gestire più profili e di programmare i tuoi tweet. Presentandosi con un’interfaccia a “flussi” o a colonne (simile a quella di Hootsuit, per intenderci), appare molto semplice e a veloce impatto visivo. Ogni colonna rappresenta un elemento del tuo profilo: dalla home, alle mentions, all’activity. Tutto ti viene mostrato sulla schermata principale. Gli elementi da visionare nelle colonne le puoi scegliere semplicemente cliccando sul tasto “+” (add a column) presente sulla sinistra. Si aprirà una finestra in cui potrai togliere o aggiungere la colonna desiderata.

Ora passiamo alle funzioni che rendono tweetdeck così amato dai social marketer.

Tweetdeck e il social marketing

Alcune funzioni che mancano a Twitter, rendono questo tool così amato. Oltre all’interfaccia semplice a flussi, ci sono degli strumenti che semplificano la vita ai social manager. In realtà è molto semplice e non occorrono competenze specifiche o un tutorial particolare.

Aggiungere un account

Basterà cliccare sull’icona con due omini in basso a sinistra. Da lì visionerete la colonna con il vostro profilo, ma in basso leggerete “link another account you own“: linka un altro account che ti appartiene. Una volta cliccato su “continua” alla finestra in cui è illustrata come funziona la gestione multipla. Basterà riempire i campi richiesti, nome utente (o email) e la password dell’account  Twitter che vuoi collegare al tuo.
Una volta completata la procedura, alle colonne di default si sommeranno quelle del nuovo profilo.

Programmare un tweet

Per seguire il calendario editoriale in maniera efficiente, così come su Facebook, si potranno programmare i tweet e l’orario di uscita. Basterà cliccare sull’ormai nota piuma, che troverete in alto a sinistra. Scrivete il vostro tweet, e vi basterà cliccare su “schedule tweet” che troverete tra le opzioni dell’inserimento immagini e quello per il direct message. Questo consentirà a una gestione del calendario più organizzata, sfruttando al massimo giorni e orario migliori.

Monitoraggio hashtag e Keyword

Vuoi sempre rimanere aggiornato e migliorare l’engagement con le news sui tuoi argomenti? Aggiungi una colonna in cui puoi seguire gli hashtag di tuo interesse. Ti basterà scrivere l’hashtag sulla barra di ricerca e premere invio. Cliccando sull’icona dei filtri a destra della barra di ricerca, si aprirà una scheda in cui si potranno aggiungere dei filtri specifici.

  • Contenuto: potrai scegliere che tipo di tweet vuoi visualizzare (tutti, con immagini, con link ecc.); ti dà l’opportunità di escludere tweet con determinate parole o concetti. Puoi scegliere anche lingua e data e se vuoi escludere i retweet.
  • Localizzazione. Puoi filtrare il luogo da cui provengono i tweet. Perfetto per le aziende locali, ti terrà aggiornato sugli interesse dei tuoi “vicini di casa”.
  • Utenti: puoi filtrare anche gli utenti. Potrai sempre scegliere l’opzione “all users”, oppure quelli di una determinata lista. Puoi includerli uno a uno (perfetto per “spiare i competitors). Puoi anche monitorare le mentions, sia da parte di tutti gli utenti che da utenti specifici.
  • Engagement: puoi decidere il livello di engagement dei tweet da monitorare. Per esempio puoi scegliere di voler visionare solo tweet che hanno ricevuto un tot di like, o di retweet.

Tweetdeck è uno dei tool perfetti se non si vuole sovraccaricare troppo piattaforme tipo Hootsuit. Potendo gestire sia il calendario editoriale, sia più profili social, e monitorando i tweet che vengono dal tuo target di utenti, la gestione di Twitter non è mai stata così facile.

Chi è Elisa Alfonsini

Elisa, classe ’91, coniuga la sua passione per la scrittura con quello del digital web marketing occupandosi di SEO Copywriting, Digital Strategy e consulenza di web marketing. Si specializza nella comunicazione e promozione online attraverso le certificazioni ufficiali di Google ADS.